Cerca
  • Energy Web Radio

Lo smart work e le video call

La vita stravolta dal coronavirus, ormai da un anno. La pandemia che spesso e volentieri ci ha costretto a lavorare da casa, lo smart-working e le videocall: tutto in remoto. C'è chi lo odia, c'è chi lo ama, c'è chi si è abituato. Ma, di sicuro, a molti è capitato di incappare in clamorose figuracce, complici proprio le videocall. E di questo "effetto collaterale" della pandemia se ne è occupata Striscia la Notizia, il tg satirico di Canale 5, nella puntata trasmessa venerdì 26 marzo.

Già, perché Camisani Calzolari, l'esperto tecnologico del tg ideato da Antonio Ricci, ha realizzato un servizio sui "brutti scherzi" che ci ha giocato la tecnologia. Insomma, un collage di tutte le peggiori figuracce diventate virali in rete e il cui minimo comune denominatore sono proprio le videocall al tempo del Covid. E così ecco il corrispondente del Daily Blast in giacca e camicia e... mutande. Già, i pantaloni non c'erano. E un'inquadratura galeotta lo ha mostrato in tutto il suo "splendore".

Quindi il celeberrimo video dell'omelia del prete funestato dai filtri, col volto che assume fattezze animalesche. E ancora, dalla televisione francese: la corrispondente alle cui spalle spunta un uomo, rigorosamente in mutande. E come mostra il servizio l'episodio è ricorrente, insomma si è verificato molte, moltissime volte. C'è anche un nudo integrale alle spalle di un uomo in camicia bianca: ad essere senza veli la bellissima compagna, l'imbarazzo è massimo. E via discorrendo, con una serie di imperdibili gaffe. Un servizio tutto da ridere, insomma in un periodo così buio per l'intera umanità si cerca di scovare qualcosa su cui sorridere.



11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti