Cerca
  • Energy Web Radio

Sainz felice: "Siamo andati bene in tutte le condizioni"

Per una qualifica ben al di sotto delle aspettative, ha corrisposto una gara con il coltello tra i denti, tutta all'attacco e di rimonta. E' stato il Gran Premio dell'Emilia Romagna svolto da Carlos Sainz, capace di chiudere quinto alla seconda uscita della carriera con la Ferrari dopo un pomeriggio che ha lasciato intravedere spiragli di luce intensi da parte del madrileno.

"La strategia ha funzionato bene, sono stato capace di rimontare ed essere davvero veloce nel primo stint. Ho fatto un paio di errori che mi sono costanti davvero tanto tempo, ma era davvero la mia prima gara con la Ferrari sotto l'acqua e ho dovuto trovare il feeling con la frenata. Andavo davvero veloce e così sono riuscito a riparare agli errori molto velocemente. Sono stato davvero felice di aver chiuso quinto pur essendo partito dall'11esimo posto. Ma soprattutto vedere di avere un buon passo sul bagnato e anche sull'asciutto".

A distruggere le velleità di podio delle Rosse è stata la McLaren-Mercedes di Lando Norris. La gara di oggi ha mostrato bene come le MCL35M siano molto forti sui rettilinei e offrano ai propri piloti velocità di punta tali da potersi difendere in maniera concreta dagli attacchi di portati da quasi tutte le monoposto. "La strategia era piuttosto chiara. La cosa più difficile è stata la scelta delle gomme da usare per la ripartenza dopo la bandiera rossa. Abbiamo visto che la McLaren si è presa un rischio montando le Soft e ha avuto graining, ma con la velocità di punta che avevano sul rettilineo, hanno potuto sorvolare su quell'aspetto. Era impossibile superarli, sia per Charles che per me. Siamo ancora un po' in difficoltà a superare le McLaren sui rettilinei. Sull'asciutto la Ferrari era buona, ma siamo ancora un po' indietro". "E' vedo che da venerdì a sabato abbiamo aggiunto carico aerodinamico e perso in velocità di punta. McLaren ha guadagnato. Ma abbiamo ancora meno deportanza di loro e sono più veloci nei rettilinei. Abbiamo del lavoro da fare, ci sono ancora tante cose che devo imparare e che dobbiamo sistemare come squadra. Stiamo andando nella giusta direzione, non siamo sulla strada sbagliata".



10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti